Presso il Centro insegnano Marina Soligon, anche supervisore di tutti i corsi, Elena Baggio formatasi in seno alla Scuola, diplomata e abilitata all’ insegnamento da Claudio Marangone e Furio Bologni.

Marina Soligon

MARINA SOLIGON

Inizia lo studio della danza classica sotto la guida della Prof.ssa Vanna Busolini, MARINA SOLIGON si occupa di danza fin da giovanissima a Padova dove nasce nel 1950. 
Nipote d’arte, lo zio è lo scultore e creatore di maschere teatrali Amleto Sartori, le cui maschere sono note in tutto il mondo, si possono ammirare ad Abano Terme presso il “Museo Internazionale della maschera teatrale Amleto e Donato Sartori

E’ ancora adolescente quando si accorge di divergere nel modo di interpretare la musica e nella scelta stessa dei brani musicali. Sente la necessità di approfondire questa sua inquietudine e si appresta ad iniziare il lungo “viaggio” di ricerca e di studi sia nel campo delle nuove espressioni della danza contemporanea sia in quelle della musica.
Segue ancora adolescente le attività dello zio abilissimo scultore, poeta e celebre mascheraro. Sue furono le maschere della rinata Commedia dell’Arte per le rappresentazioni curate da Strehler e Gianfranco De Bosio, per Jean Louis Barrault, per il più famoso degli Arlecchini di questo secolo, Marcello Morettí, ma anche per Eduardo De Filippo e molti altri tra i maggiori interpreti europei. Marina Soligon cresce quindi in un ambiente denso di esperienze e progettualità teatrali.

Spontanea e pressochè inevitabile la scelta di proseguire,anche se su strade parallele, questa passione di famiglia per la maschera. Si rivolge al cugino il Prof. Donato Sartori, direttore del ”Centro Maschere e Strutture Gestuali” che il 30 dicembre 2004 ha aperto il “Museo Internazionale della Maschera Amleto e Donato Sartori” nella settecentesca Villa Trevisan Ravioli di Abano Terme. La maschera neutra, usata in tutte le performance, dalle allieve della scuola, è simile a quella studiata e realizzata per l’école du mime” di Jacques Lecoq una delle differenze è l’ apertura, essendo infatti la danza una “disciplina solare” si è sentita l’ esigenza che l’ effetto visivo fosse più radioso e Donato Sartori ha perfettamente compreso questa necessità e ha realizzato questa maschera appositamente per la scuola.

Una Maschera neutra per rivolgere il nostro spirito verso il nostro “Io” interiore, ma più aperta per donare la nostra arte, la nostra anima , all’ umanità intesa come un altro noi stesso.

ELENA BAGGIO

Elena Baggio nasce a Camposampiero (Pd) il 13 Dicembre 1982. Inizia lo studio della danza classica sotto la guida di Nada Kolak, contemporaneamente studia pianoforte, teoria e solfeggio presso l’istituto Malipiero di Padova , in seguito continua privatamente lo studio del pianoforte con la prof.ssa Lovisato.

Figlia d’arte, la madre è insegnante, coreografa e fondatrice della Associazione Diffusione Danza Gestuale di Padova, nonché Direttrice artistica; prosegue lo studio della danza indirizzandosi con maggiore attenzione verso la danza contemporanea nella quale nel 2002 consegue diploma e abilitazione all’insegnamento per i corsi medi e superiori con Claudio Marangone e Furio Bologni.

E’ ancora adolescente quando decide di proseguire l’attività della madre Prof. Marina Soligon e si appresta ad iniziare il lungo “viaggio” di ricerca e di studi sia nel campo delle nuove espressioni della danza contemporanea sia in quelle della musica. Si dedica alla ricerca del “gesto danzato” attraverso l’utilizzo della “maschera neutra” scelta pressoché inevitabile essendo nata e cresciuta tra le maschere di Amleto Sartori, abilissimo scultore, poeta e celebre mascheraro zio della madre. Cresce quindi in un ambiente denso di esperienze e progettualità tersicoree.

Moltissimi sono i suoi interessi nel campo artistico : nel 2003 segue un laboratorio di fotografia “Passaggio a Nord est” diretto da Marco Munari presso l’università di Padova. Le sue foto sono state selezionate e scelte per l’ esposizione in due mostre organizzate dal DAMS; nel 2004 segue a Bologna un seminario di Danza contemporanea e improvvisazione con Michal Mualem e Giannalberto De Filippis, nello stesso anno frequenta un laboratorio di videoscrittura con il professore Mirco Melanico presso l’università Dams di Padova. Presenta come lavoro finale Video formato dvd – dal titolo: “L’eremita moderno” Presentazione del Dvd all’Inaugurazione della “Taverna del Gufo”- Pd.

Nel 2005 Segue presso la sede della Scuola Danza Gestuale un workshop di teatro fisico e danza contemporanea, con Michal Mualem e Giannalberto De Filippis.

Nel 2006 segue stage di danza contemporanea tecnica Cunningham con Michele Pogliani e Limon/Muller con Louise Frank studia inoltre con Odette Hughes – Random dance – repertory wayne McGregor London
, Elisabeth Corbett – repertory William Forsythe Bruxels, Austin Hartel – contemporary dance Oklahoma, nel 2007 con Mauro Astolfi – Spellbound dance company ,Gael Domenger ballet Biarritz – repertory Thierrx Malandain,Wayne Byars – Centre national de la dance – Paris, Sean Wood – École de danse de Geneve – Ballet Junior de Geneve,Tero Saarinen – Tero Saarinen Company- Finlad,Pompea Santoro – Repertory Mats Ek- Itala

Nel 2007 – Centro Equilibero , via Rossignago, 53/C Spinea (Venezia) ha partecipato dopo severa selezione tenuta da una Commissione presieduta da Ismael Ivo all’Audizione per il progetto Choreographic Collision portando il Progetto Coreografico dal Titolo : “Feedback” Interazione tra danza e scultura , ha seguito un workshop tenuto da Ismael Ivo. Lo stesso anno ha seguito Workshop classico/contemporaneo e creativo con Debbie Johnson e Tracey Inman coreografo dell’Alvey Ailey dance Company.

Dal 2009 al 2011 ha seguito i Corsi di Formazione insegnanti ,Metodo Vaganova: Primo, secondo, terzo e quarto livello conseguiti con la Prof.ssa MARIT BECH. “ Member Of International Vaganova Method Society ” – Membro del Consiglio Internazionale della Danza – UNESCO.

2013 presso la Scuola Danza Gestuale Workshop con Nicoletta Cabassi “the exploded body”

2014 ROMA – Stage con Carolyn Carlson : workshop nel Teatro di Villa Torlonia a Roma. Workshop riservato a danzatori di livello avanzato. Assistente Simona Bucci. Musica dal vivo di Paki Zennaro.

2017 Masterclass con MICHAL MUALEMM (contact, improvvisation, Limon, release, floor work)

Dal 2014 dirige la Scuola “ Danza Gestuale” insieme a Marina Soligon.